TECNOLOGIA JAVA non disponibile sul tuo Computer!

Scarica gratuitamente Java.
 Sviluppo & Gestione Impresa
 Servizi alle imprese
 Servizi al cittadino
 Area riservata
 Mailing List
 Contattaci




BANDO: AIUTI AGLI INVESTIMENTI INIZIALI ALLE PICCOLE IMPRESE TURISTICHE.


Pubblicato il 05 marzo 2010





SOGGETTI BENEFICIARI:

Piccola impresa: che occupa meno di 50 dipendenti e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiori a 10 milioni di euro.


Sezioni codice ATECO 2007 interessate all’intervento:
  • ¾ Sezione H, categoria 52.22.09 “altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua” con riferimento esclusivamente alle imprese che realizzano investimenti per la gestione di approdi turistici;


  • ¾ Sezione I, Divisione 55 “Alloggio” ad eccezione delle categorie:

    • 55.20.52 “Attività di alloggio connesse alle aziende agricole”;
    • 55.90.10 “Gestione di vagoni letto”;
    • 55.90.20 “Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero”.

  • ¾ Sezione N, limitatamente alle categorie:
    • 77.21.01 “Noleggio di biciclette”;
    • 77.21.02 “Noleggio senza equipaggio di imbarcazioni da diporto (inclusi i pedalò)”;
    • 77.21.09 “Noleggio di altre attrezzature sportive e ricreative”;
    • 77.29.1 “Noleggio di biancheria da tavola, da letto, da bagno e di articoli di vestiario”;
    • 77.39.94 “Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi”;
    • Gruppo 79.1 “attività delle agenzie di viaggio e dei Tour Operator”;
    • Gruppo 79.9 “altri servizi di prenotazione e attività connesse” purché finalizzate all’offerta di servizi turistici;
    • Classe 82.30 “organizzazione di convegni e fiere”.

  • ¾ Sezione R, limitatamente alla Divisione:
    • 90 “attività creative, artistiche e di intrattenimento”;
    • 91 “attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali”;
    • Classe 93.21 “Parchi di divertimento e parchi tematici”;
    • Categoria 93.29.1 “Discoteche, sale da ballo night-club e simili”;
    • Categoria 93.29.2 “Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali”.


INIZIATIVE AGEVOLABILI:

Progetti di investimento di importo non inferiore a € 30.000 per:
  1. l’ampliamento, l’ammodernamento e la ristrutturazione delle strutture turistico - alberghiere, ivi comprese le strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività (quali bar, palestre, piscine, centri benessere, ecc.) nonché gli interventi finalizzati al superamento delle barriere architettoniche, al rinnovo e aggiornamento tecnologico, al miglioramento dell’impatto ambientale;


  2. la realizzazione di strutture turistico - alberghiere attraverso il recupero ed il restauro di una pluralità di trulli e case rurali esistenti, antiche masserie, torri e fortificazioni, castelli, immobili di particolare pregio storico - architettonico, compresa la realizzazione di strutture di servizi di cui al punto precedente;


  3. la realizzazione o l’ammodernamento degli stabilimenti balneari, ivi compresi gli spazi destinati alla ristorazione e alla somministrazione di cibi e bevande, ai parcheggi ed ai punti di ormeggio;


  4. la realizzazione e/o la gestione di approdi turistici.




INTENSITÀ DELL’AIUTO:

L’aiuto sarà erogato in forma di contributo sul montante interessi a valere su un finanziamento erogato da un Soggetto Finanziatore.

L’intensità di aiuto, calcolata in base ai costi ammissibili del progetto, non potrà superare il 40%.

Il contributo sul montante interessi comprenderà l’eventuale preammortamento per una durata massima di:

  • 12 mesi per i finanziamenti destinati all’acquisto di macchinari, attrezzature, brevetti e licenze;
  • 24 mesi per i finanziamenti destinati all’ampliamento e/o all’ammodernamento della struttura.
Qualunque sia la maggior durata del contratto di finanziamento, il contributo sul montante interessi sarà calcolato con riferimento ad una durata massima del finanziamento (al netto dell’eventuale periodo di preammortamento) di:

  • sette anni per i finanziamenti destinati all’ampliamento, all’ammodernamento e alla ristrutturazione della struttura;
  • quattro anni per i finanziamenti destinati all’acquisto di macchinari, attrezzature,brevetti e licenze.
Le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente dall’ammontare del progetto ammissibile, su un importo massimo di € 2.000.000,00.

Alle imprese sarà erogato un contributo aggiuntivo in conto impianti che non potrà essere superiore al 10% dell’investimento e all’importo massimo di € 100.000,00.

I progetti di investimento iniziale devono essere avviati successivamente alla data della presentazione della domanda di agevolazione al Soggetto Finanziatore.



SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili le spese per:
  1. acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10% dell’importo dell’investimento in attivi materiali;
  2. opere murarie e assimilate;
  3. infrastrutture specifiche aziendali, ivi compresi impianti per il risparmio energetico ed idrico;
  4. acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie e arredi (incluse anche le spese relative a corredi, stoviglie e posateria purché iscritte nel libro dei cespiti ammortizzabili), nuovi di fabbrica;
  5. acquisto di programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, ivi compresi gli applicativi per la statistica e il collegamento con i sistemi regionali di tele/informazione e tele/prenotazione e la gestione e la sicurezza delle transazioni economiche su reti telematiche (ad esempio applicazioni di e-commerce, applicazioni business-to-business, ebooking, web marketing, ecc.), nonché per l’integrazione di questi con gli altri sistemi informativi aziendali (ad esempio: gestione magazzino, prenotazioni, Business Intelligence, Customer Relationship Management);
  6. trasferimenti di tecnologia mediante l’acquisto di diritti di brevetto e licenze, connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  7. spese di studio e progettazione ingegneristica e di direzione lavori nei limiti del 5% dell’investimento.
In caso di acquisto di un immobile, sono ammissibili esclusivamente i costi di acquisto da terzi, purché la transazione sia avvenuta a condizioni di mercato.



Sono ammissibili le spese relative alla gestione:

  1. spese per personale dipendente inclusi oneri sociali obbligatori;
  2. spese amministrative e tasse diverse dall’IVA;
  3. locazione di immobili destinati all’esercizio di impresa;
  4. locazione finanziaria di macchinari e attrezzature;
  5. energia, acqua, riscaldamento.
Non sono agevolabili le spese per salari e stipendi, se riferite al pagamento di prestazioni lavorative di soci o amministratori dell’impresa beneficiaria.

I costi di ricerca e sviluppo devono rappresentare almeno il 15% del totale dei costi operativi in uno dei tre anni prospettati nel piano di impresa.



Non sono ammissibili:

  1. le spese notarili;
  2. le spese per l’acquisto di software e programmi informatici;
  3. le spese concernenti le imposte sul reddito d’impresa e all’IVA;
  4. le spese per acquisto d’immobili;
  5. le spese per opere di manutenzione ordinaria;
  6. le spese relative all’acquisto di scorte;
  7. le spese relative all’acquisto di macchinari ed attrezzature usati (secondo le indicazioni riportate al comma seguente);
  8. i titoli di spesa regolati in contanti o con modalità di pagamento non tracciabili;
  9. le spese di pura sostituzione;
  10. le spese sostenute con commesse interne di lavorazione, anche se capitalizzate ed indipendentemente dal settore in cui opera l’impresa;
  11. le forniture cosiddette “chiavi in mano”;
  12. gli acquisti da parenti o affini entro il secondo grado del beneficiario o di uno dei soci o amministratori dell’impresa beneficiaria anche nel caso in cui il rapporto di parentela sussista con un soggetto che rivesta il ruolo di amministratore o socio dell’impresa fornitrice;
  13. i titoli di spesa nei quali l’importo complessivo dei beni agevolabili sia inferiore a 500,00 euro per le spese di investimento e a 50,00 euro per le spese di gestione.
Le domande di ammissione devono essere presentate al soggetto finanziatore a partire dal 15 marzo 2010



Per ulteriori informazioni contattate:

Sviluppo & Gestione Impresa S.r.l., a Corato (BARI) Viale Vittorio Veneto n. 14.

Centralino: 080-898.55.85

email








Torna alla pagina principale.





Città:
Arrivo: Partenza:
Adulti: Bambini:
Ulteriori opzioni


zanox Partner promuovono Partner
importo (Euro):
durata del prestito: