TECNOLOGIA JAVA non disponibile sul tuo Computer!

Scarica gratuitamente Java.
 Sviluppo & Gestione Impresa
 Servizi alle imprese
 Servizi al cittadino
 Area riservata
 Mailing List
 Contattaci



Legge 488/92
Industria, Turismo, Commercio, Artigianato


Bando Scaduto il 15 settembre 2006



Approvate le graduatorie delle iniziative ammissibili alle agevolazioni della legge 488/92 relative ai bandi della legge 488/92 indetti nel corso del 2006 in attuazione della riforma degli incentivi di cui all’art. 8 del d.l. 14 marzo 2005 n. 35, convertito, con modificazioni, dalla l. 14 maggio 2005 n. 80. Le domande complessivamente presentate dalle imprese sono state 5.480, delle quali 3.943 (72%) hanno superato l’esame istruttorio con esito positivo. Il totale delle domande definitivamente agevolate sui quattro bandi è di 1.666, pari al 42% di quelle istruite positivamente; ad esse corrisponde un volume di investimenti attivabili pari a 5.062 meuro (milioni di euro). Le agevolazioni concesse ammontano a 2.033 meuro, di cui 395 meuro per contributi in conto capitale e 1.643 meuro sotto forma di finanziamenti agevolati a valere sul Fondo rotativo istituito presso Cassa depositi e prestiti S.p.a. Sono state altresì approvate le graduatorie relative al bando del protocollo aggiuntivo al contratto d’area della provincia di Salerno.


Scheda di sintesi:
Il Ministro delle Attività Produttive, on. Claudio Scajola, dopo una lunga attesa ha finalmente reso operativi i bandi 2006 relativi ai quattro settori della legge 488/92. Il decreto competitività, seguito dal decreto interministeriale del 01/02/06, ha riformato questa norma agevolativa. Questi bandi hanno quindi recepito le novità apportate dal legislatore. I bandi si chiuderanno decorsi 60 giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto con il quale si approvano le proposte delle Regioni per l’individuazione delle priorità regionali. A nostro parere una delle novità più apprezzabili è stata quella della eliminazione dell indicatore relativo all incremento occupazionale.


Con decreto del Ministro Bersani in data 31 luglio 2006 è stata disposta una seconda proroga per i bandi del 2006 per l’accesso alle agevolazioni alle attività produttive nelle aree sottoutilizzate di cui alla legge 488/92. Le imprese dei settori “industria”, “turismo” e “commercio”, nonché le imprese artigiane per il bando loro riservato, possono presentare le domande di agevolazione fino al 15 settembre 2006. Emanati anche due circolari che forniscono alcune precisazioni in merito alle modalità e procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni (circ. 7942 per i settori industria, turismo e commercio e circ. 7940 per le imprese artigiane) e un decreto di rettifica delle proposte formulate dalle regioni per la formazione delle graduatorie.



La nuova modalità mista di concessione delle agevolazioni previste dalla Legge 488/92 è articolata nella forma sia di contributo in conto capitale che di finanziamento agevolato, con un ammontare minimo di mezzi apportati dall’impresa non inferiore al 25% degli investimenti ammissibili. Il finanziamento agevolato (al tasso dello 0,50% annuo), deve essere di durata compresa tra i 6 ed i 15 anni ed inoltre deve contemporaneamente sussistere un finanziamento bancario ordinario a tasso di mercato concesso dalle banche concessionarie o da altri soggetti autorizzati, di importo e durata pari a quelli del finanziamento agevolato e comunque non inferiore al 15% degli investimenti ammissibili.

FORMA E MISURA E DELLE AGEVOLAZIONI: Per quanto concerne le risorse, invece, con il DM del 2 febbraio 2006 il MAP ha provveduto a ripartire i 679,88 milioni di euro stanziati per la concessione dei contributi in conto capitale, innanzitutto tra i settori produttivi nelle seguenti modalità:

  • 60% al settore Industria di cui il 10% da destinare all Artigianato, pari rispettivamente a 367.135.200 e 40.792.800 euro;
  • 35% al settore Turismo, pari a 237.958.000 euro;
  • 5% al settore Commercio, pari a 33.994.000 euro.

Tali risorse, al netto del 30% destinato alle graduatorie multiregionali, sono poi ulteriormente suddivise tra le varie Regioni assicurando comunque la quota dell’85% a quelle del Mezzogiorno, Abruzzo e Molise compresi.
Le agevolazioni concedibili sono articolate nella forma di contributo in conto capitale e di finanziamento agevolato.
Le misure concedibili del contributo in conto capitale e del finanziamento agevolato sono espresse in percentuale dell investimento ammissibile e sono articolate per dimensione di impresa e aree territoriali di intervento come indicato dalla tabella.

SOGGETTI BENEFICIARI:
  • Piccole e Medie Imprese;
  • Grandi Imprese.
Tali aziende devono avere i seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:
  • Iscrizione al registro imprese (per le imprese individuali non ancora operanti tale requisito può essere soddisfatto anche successivamente purché entro la trasmissione della documentazione di spesa relativa all ultimo stato di avanzamento);
  • comprovata disponibilità immobili della unità produttiva ove viene realizzato il programma e che gli stessi sono già rispondenti, in relazione alla attività da svolgere, ai vigenti vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d uso.
  • trovarsi in regime di contabilità ordinaria.
PROGRAMMI AGEVOLABILI: I programmi possono essere agevolati solo se comportano spese complessivamente ammissibili non superiori a 50 milioni di euro.
  • Realizzazione di un nuovo impianto produttivo;
  • Ampliamento;
  • Ammodernamento;
  • Riconversione;
  • Riattivazione;
  • Trasferimento.
SPESE AMMISSIBILI: Le spese ammissibili, al netto dell IVA, sono quelle relative all acquisto diretto o alla acquisizione mediante locazione finanziaria o alla costruzione di immobilizzazioni nella misura in cui sono necessarie alle finalità del programma oggetto della domanda di agevolazioni.

Le spese ammissibili riguardano:
  • progettazioni ingegneristiche riguardanti le strutture dei fabbricati e gli impianti, sia generali che specifici, direzione dei lavori, studi di fattibilità economico-finanziaria e di valutazione di impatto ambientale, oneri per le concessioni edilizie, collaudi di legge, prestazioni di terzi per l’ottenimento delle certificazioni di qualità e ambientali secondo standard e metodologie internazionalmente riconosciuti, spese per l’istruttoria del finanziamento bancario e la valutazione delle garanzie da parte del soggetto finanziatore, spese per la stipula del contratto di finanziamento; limitatamente ai settori “Turismo” e “Commercio”, quote iniziali di franchising, nel limite del 5% dell investimento complessivo;
  • suolo aziendale, sue sistemazioni e indagini geognostiche, nel limite del 10% dell investimento complessivo;
  • le opere murarie ed assimilate. Le spese relative all acquisto di immobili che abbiano già beneficiato di altre agevolazioni sono ammesse a condizione che, alla data di presentazione del Modulo di domanda, siano trascorsi dieci anni dalla data di ultimazione del precedente programma agevolato;
  • le infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari alla attività amministrativa dell impresa, ed esclusi quelli relativi alla attività di rappresentanza; mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione purché dimensionati alla effettiva produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell impianto oggetto delle agevolazioni;
  • i programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell impresa;
  • brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi.
Tale elenco di spese ammissibili non è esaustivo, in quanto ci sono alcune regole specifiche legate al settore di apparteneza (industria, turismo, commercio).

LIMITI MINIMI E PRIORITA REGIONALI: Ogni regione può emettere le proprie priorità regionali per tipologia di attività è per aree territoriali, nonchè può modificare i limiti minimi di investimento. Potete contattarci per verificare con il nostro staff di consulenti la eventuale regolamentazione specifica emessa dalla Vostra regione di appartenenza.

Se siete interessati alla presente agevolazione, non esitate a contattarci:

Sviluppo & Gestione Impresa S.r.l. si trova a Corato (BARI) in Viale Vittorio Veneto n.14 ed opera in tutto il Sud Italia. I nostri consulenti assistono l’imprenditore nella stesura del progetto e del finance-plan finale e lo seguono per tutta la durata della procedura predisponendo i report ed i business-plan periodici richiesti dagli enti finanziatori.

Centralino: 080/8985585

email Ufficio Agevolazioni







Città:
Arrivo: Partenza:
Adulti: Bambini:
Ulteriori opzioni


zanox Partner promuovono Partner
importo (Euro):
durata del prestito: